La frutta Martorana

La frutta Martorana o f. di pasta reale, è un prodotto di origine conventuale della tradizione dolciaria siciliana, con maggiore esattezza di quella palermitana, a base di pasta di mandorle (o “pasta reale”), albume d'uovo e zucchero e preparato nell'occasione della festa dei morti (2 novembre). Deve il suo nome alla Chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio o della Martorana, eretta agli inizi del XII secolo nella prestigiosa Piazza Bellini, nel centro storico di Palermo. Lì, questi dolci fruttini venivano preparati e venduti dalle suore. Secondo una nota tradizione, l'invenzione dei frutti di Martorana si deve ad una visita particolare compiuta nel capoluogo siciliano da un illustre sovrano, Carlo V d'Asburgo che, nel giugno del 1537 giunse in visita nella città. Nel giardino della Chiesa di Santa Maria vi erano alberi di aranci, ma in quel mese non vi erano frutti; dunque le monache, per far vedere un giardino rigoglioso e ben curato, fecero delle arance di pasta di mandorla e le colorarono dando al giardino un effetto ben diverso. Altre fonti narrano di una visita compiuta da un'autorità ecclesiastica; in ogni caso la motivazione che diede il là alla creatività delle suore fu il medesimo (quella di rendere il giardino della chiesa particolarmente gradevole agli occhi del “visitatore”).

Ingredienti: mandorle sgusciate e tritate, albume d'uovo, zucchero o miele


Luoghi: Sicilia

Marco

Phasellus facilisis convallis metus, ut imperdiet augue auctor nec. Duis at velit id augue lobortis porta. Sed varius, enim accumsan aliquam tincidunt, tortor urna vulputate quam, eget finibus urna est in augue.

Nessun commento:

Posta un commento